Dopo il terzo week end

Questa mattina, parlando al telefono con uno degli operatori che segue i ragazzi africani che ieri hanno giocato e vinto la mitica seconda partita di calcio con i nostri giovani dei monti di sera, mi sono sentito dire “i ragazzi vi ringraziano per tutto perche’ da voi si sono sentiti felici “.
Ecco la “montagna di gioia” che si realizza.
Domenica scorsa i Pequenas Huellas e la luce nei loro occhi, ieri questi 14 profughi che per giocare una partita di calcio sono arrivati con i mezzi pubblici da Como fino a Caglio ( avventura quasi biblica) e poi sono stati felici con noi.
Questo e’ il te’ delle 5: certo non un programma per farisei ma per persone che fanno scelte precise e coerenti.
Ma questo week end non e’ stato solo una partita di calcio: troppo belle le foto di venerdì sera con 4 fotografi e il loro personalissimo modo di interpretare la montagna: i fiori di Tito, i volti dei tibetani e nepalesi immortalati da Cecilia, i paesaggi di Stefano e la poesia delle foto di Luigi.
Sabato poi un concerto memorabile prima con i Surmanei e l’ emozione per la prima esibizione nella   rinnovata formazione e poi con un duo di chitarra di altissimo livello con Daniele Mazzoni e Gianni Cipolletti.
Rivedere Daniele e’ stato per tutti noi un’emozione forte. Oggi suona alla Scala di Milano (Vedi articolo de "La Provincia") ed e’ un giovane ( 28 anni) chitarrista affermato : per noi rimane il Daniele che 4 anni fa fece il primo concerto del te’ delle 5 e lo scorso anno diresse il camp di chitarra.
Ecco un altro successo del nostro progetto: dare spazio e palcoscenico a giovani di talento : bello vederli crescere , sempre felici di tornare da noi con la loro spontaneita’: bravo Daniele.
Sabato infine un memorabile laboratorio delle torte: mai cosi’ tante e cosi’ buone.
Domenica pomeriggio a Campoè una visita guidata molto bella e coinvolgente con Claudia Palazzolo al centro di pitture, stucchi e storia e noi tutti estasiati a capire tanta bellezza.
Poi una riflessione breve ma toccante sul tema del volontariato con la crocerossina Noemi de Maria e con il presidente della societa’ sportiva Cacciatori delle Alpi ing Oscar Gridavilla.
Infine un concerto tanto atteso e voluto da anni: 4 ottoni ed un percussionista in una fantastica corsa dalla musica rinascimentale fino ad Ennio Morricone passando per la Carmen. Dire bravi e’ riduttivo e penso che il ventitreenne trombonista Lorenzo Passerini fara’ una grande carriera.
Il 14 agosto il concerto del coro S. Ambrogio nella Chiesa Parrocchiale di Sormano chiudera’ una stagione impegnativa e davvero bella .

 

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30